IN DVD: Un Giorno Come Tanti (cortometraggio drammatico - regia Alessio Pasqua), Di Messer Cavè, l'Artista, e del Console Benefattore Suo (cortometraggio drammatico - regia Giovanni Ziberna)
IN ONDA:
The Avatars (Disney Channel), eBand (Disney Channel), Spike Team 2 (RaiGulp), Camera Cafè (Italia 1 e Italia 2), Medici Miei (Italia 2), Life Bites (Disney Channel e Italia 1), Piloti (Rai Premium), Gamers (all'interno di Game Time - Odeon TV e all'interno di Gamerland - Mediaset Italia 2), Le Straordinarie Avventure di Jules Verne (RaiGulp), Winx Club 6 (Rai 2), Egyxos (Super!)
IN RETE: Gamers (canale GamersProject - YouTube, sul sito Daily Motion e sul portale Virgilio.it), Insert Coin (canale OGM Animation Studios - YouTube), Extinction Seed vol.1 (preview online)
IN SALA: Coming Soon
IN EDICOLA: Coming Soon
IN LIBRERIA:
Joe Carrot Sei nei guai conigliastro!, Joe Carrot Il mistero dei bruchi giganti, Joe Carrot La freccia di fuoco, Extinction Seed vol.1 (di 4 - ITA), Angry Birds Comics #2 Operazione Omelette
IN FUMETTERIA: Extinction Seed #0 (miniserie - USA), Extinction Seed #1 (miniserie - USA), Extinction Seed #2 (miniserie - USA), Extinction Seed #3 (miniserie - USA), Extinction Seed #4 (miniserie - USA), Studio 69 (graphic novel), Extinction Seed vol.1 (di 4 - ITA), Angry Birds Comics #2 Operazione Omelette
IN ESPOSIZIONE: Wharol non visto (documentario - MoMA di New York)
IN CARNE E OSSA: Coming Soon
RICONOSCIMENTI & PREMI: Pitch Me! 2012 (con Domenico Di Berardino per il progetto FANG YOU - Cartoons on the Bay), Premio Carlo Bixio 2012 (con Marco Renzi per il progetto VLAD E LO SCUDO ELFICO - MY FIRST LIFE - Roma Fiction Fest), Premio Pisani 2012 (Su La Testa)

mercoledì 12 giugno 2013

FERMENTO.

Ricorsi storici.

In verità, forse, sarebbe più giusto parlare di ricordi storici.

Chiedi chi erano i Beatles gli anni '90, avrebbero dovuto cantare gli Stadio.

Ora è quasi inconcepibile pensare che sugli scaffali delle edicole, in quegli anni, vicino ad altre decine e decine di fumetti, si potessero trovare titoli come il Sandman di Gaiman.

Ricordi, appunto.

Dylan Dog all'apice del suo successo aveva fatto un gran bene a tutto il mercato dando la possibilità a moltissimi autori e a moltissime riviste di trovare un loro spazio e di accrescere l'offerta fumettosa.

Allora, quello che intendo dire è che ci sono stati periodi più o meno lunghi durante i quali si poteva percepire nell'ambiente un notevole e costruttivo fermento.


Chi mi segue ormai lo sa, qua recensioni non se ne fanno.

Ho spiegato più volte il perché e il percome.

E se sono qui a fare questo post, oggi, è perché nell'aria io un profumino lontano lontano di quel fermento lo sento ancora... o meglio, lo sento di nuovo.

Sono successe alcune cose, ultimamente, che mi fanno decisamente ben sperare per il futuro del media fumetto in Italia perché tutto sembra portare verso una proposta più matura, consapevole e attenta ai dettagli e soprattutto alla comunicazione.

Elenco a casaccio di questi eventi che ormai da qualche tempo alimentano la mia illusione in tal proposito: successone di Topolino 3000 con ottime storie di autori del calibro di Francesco Artibani, Tito Faraci, Casty tutti finalmente insieme, il misterioso caso del passaggio - non passaggio di proprietà Disney Italia - Panini Comics, il cambio di gestione del Dylan Dog nazionale con l'arrivo di Roberto Recchioni all'editing, l'immediato e successivo arrivo di una pagina dedicata all'indagatore dell'incubo su feisbuc, l'esordio di Long Wei (ultima fatica di Diego Cajelli) in edicola, le Suore Ninja di LaRosa & Cardinali, il successo in libreria di quel fenomeno di Zerocalcare, la grande attesa per la prima serie Bonelli a colori: gli Orfani (ancora di Roberto Recchioni), la bellissima edizione del Dracula disneyano di Bruno Enna e Fabio Celoni.

I segni di una nuova rinascita, o dell'apocalisse imminente... delle due, l'una.


Se i segni, però, da soli non bastano, andiamo a vedere i fatti più recenti (e per "recenti" intendo: oggi).

Una gita in edicola pomeridiana, mi ha regalato il possesso dell'imperdibile numero uno di DRAGONERO (ultimo nato in casa Bonelli, creato dalle menti e dalle penne di Luca Enoch e Stefano Vietti e di cui trovate la pagina feisbuc QUA) del quale si favella ci sia anche un'omonima app scaricalbile dall'App Store Appol.

Per niente male direi, no?

E pensate che non è finita qui perché mi sono portato a casa anche il nuovo, altrettanto imperdibileTopolino con il Moby Dick di Artibani e Mottura.

Ricordi, dicevo... ma se in edicola ci andate anche voi (e vi assicuro che non rimarrete delusi), potrebbero diventare davvero piacevolissimi e tanto attesi ricorsi.











Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...